3 passi antrona
3 passi antrona
3 passi antrona

Escursione dei 3 passi valle Antrona

ALPE CHEGGIO 1497 MT. - PASSO CASTELLO 2366 MT.

L' escursione dei Tre Passi ( Pianei, Castello e Preja ) in valle Antrona è forse il giro più classico della valle. Da prendere con calma in partenza l' escursione regala panorami sulla val Bognanco e del fondo valle. Il sentiero è generalmente ben tracciato, anche se ad oggi alcuni tratti risultano poco visibili e stretti ed alcuni passaggi devono essere affrontati con la massima cautela.

Arrivati a Cheggio a quota 1497 mt. si lascia l' auto nel parcheggio della diga, si prende il sentiero sulla destra del bacino con destinazione passo della Preja. Il sentiero sale senza sosta e và preso con il giusto passo, giunti all' alpe Bisi inferiore poco dopo si trova il sentiero ( C 26 ) che, passando dall' alpe Bisi a quota 1780 mt., porta all' alpe Pasquale a quota 1960 mt.

Si procede quindi fino alla bocchetta di Pianei a quota 2335 mt., l'ascesa al passo Castello è molto ripida ed in alcuni tratti occorre aiutarsi con le mani, ma nulla di veramente difficile, sebbene salendo non ci siano tratti esposti o pericolosi, il colpo d'occhio può fare effetto. 
Con un ultimo sforzo si arriva al Passo Castello a quota 2366 mt., il sentiero a tratti risulta poco visibile, dopo il passo c'è una brevissima arrampicata (una scala naturale) molto suggestiva ma molto facile. 
Comincia da qui la discesa da fare con molta cautela, c'è una parte franata dove si cammina su terra smossa in discesa e conclude vicino ad uno strapiombo, sono solo un paio di metri in tutto ma sono la parte più pericolosa di tutta l'scursione, da fare con la massima cautela.
Da lì il sentiero diventa una specie di canale a ridosso dello strapiombo, ma non presenta difficoltà e l'argine del canale aiuta; per chi volesse è possibile spesso tagliare per il prato più interno.
Giunti al passo della Preja a quota 2327 mt. e passando per l' alpe Teste a quota 1700 mt. seguendo i segnavia per l' alpe Gabbio si trova il sentiero che porta al rifugio Andolla.

Si percorre quindi il sentiero che costeggia prima il torrente e poi il bacino fino a tornare al punto di partenza. Ovviamente nulla vieta di poter fare questa escursione anche in senso opposto. Da valutare pernottamento in rifugio per godere a pieno della natura.

Print Friendly and PDF
DATI E INFO

Difficoltà :

EE

Dislivello + mt. :

1235

Sviluppo km. :

10

Tempo totale :

6:00

scarsa

Vedi su Maps

Guarda su Google Maps le escursioni!

Google Earth

Guarda in 3D le escursioni su Google Earth!

Gallery escursione

vuoi condividere e pubblicare le tue foto su opentrek?

Recensioni e commenti...

4.0 3 Reviews
Leave review
Rate
Upload Photos
Annulla

Fatta sabato 25/10/2021.
I sentieri non sono sempre segnati, per cui è utile scaricare le tracce.
La salita fino all'alpe Bisi è piuttosto stretta e in alcuni punti è franata lasciano giusto lo spazio per lo scarpone, tuttavia c'è vegetazione e non è difficile passare, dopo il sentiero si allarga un pochino.

Per chi volesse fare una deviazione al lago pianei inferiore, non ci sono sentieri noti, bisogna risalire il torrente (in secca). Da lì c'è un sentiero a mezza costa che si ricongiunge al sentiero che sale al passo.

Il sentiero dal passo Pianeri al passo Castello è molto suggestivo, in molti tratti sembra che scompaia dietro uno sperone roccioso, ma è agevole fino all'ultimo tratta, non ho trovato punti scivolosi.
L'ascesa al passo Castello è molto ripida e in alcuni tratti occorre aiutarsi con le mani, ma nulla di veramente difficile, però chi soffre di vertigini non devo voltarsi indietro, sebbene salendo non ci siano veri tratti esposti o pericolosi, il colpo d'occhio può fare effetto.

Dopo il passo c'è una brevissima arrampicata (una scala naturale) molto suggestiva ma molto facile.
Poco dopo c'è una parte franata dove si cammina sulla terra smossa in discesa e conclude vicino ad uno strapiombo: sono un paio di metri in tutto, ma sono la parte più pericolosa di tutto il giro, va fatta con attenzione, piuttosto accovacciandosi e aiutandosi con le mani.
Da lì il sentiero diventa una specie di canale a ridosso dello strapiombo, ma non presenta difficoltà e l'argine del canale aiuta; per chi volesse è possibile spesso tagliare per il prato più interno.

Anche per me il va fatto in senso antiorario come proposto, facendolo al contrario, è molto più difficile perché le discese sarebbero molto ripide, penso in particolar modo alla roccia prima del passo Castello e tutta la discesa dal passo Castello fino alla pietraia.

Risposta Condivisione Was this review helpful?

Grazie per l'ottima recensione, appena ho tempo integro le tue informazioni nella descrizione dell'escursione.

Condivisione Was this review helpful?

Bellissima escursione che consiglio di fare assolutamente in senso antiorario (come suggerito da Opentrek) seguendo la traccia gpx fornita! È necessario prestare attenzione solo in 2 brevi punti (poco prima della Bocchetta dei Pianei e subito dopo Passo Castello verso Passo della Preia) per sentiero franato. Soffro di vertigini e sono passata senza difficoltà.
Non ci sono fonti di acqua.
Sconsigliato con pioggia.

Risposta Condivisione Was this review helpful?

Grazie per il feedback, sarà sicuramente molto utile! Provvedo a mettere la tua foto nella gallery.

Condivisione Was this review helpful?

Sentieri non sono tracciati bene, alcuni tratti sono molto stretti e pericolosi. Soprattutto la salita e la discesa da Passo Castello è molto difficile, si rischia di scivolare sui sassi e cadere giù. Ci abbiamo messo più di 8 ore senza fare tutto il giro lago altrimenti non tornavamo più a casa. Da non fare mai più e se proprio volete farlo indossate pantaloni lunghi, munitevi di tanta acqua e cibo e partite all'alba.

Risposta Condivisione Was this review helpful?

Buongiorno Anna, grazie per il vostro feedback! Aggiorno subito la descrizione dell'escursione... Per quanto riguarda la difficoltà ed il tempo di percorrenza è un parametro soggettivo, è sempre molto difficile stabilire un tempo medio che possa andare bene per tutti. In linea di massima le escursioni EE ( escursionisti esperti ) prevedono un buon allenamento, almeno i classici 300 mt. di dislivello in un ora.

Condivisione Was this review helpful?
Hai trovato errori o vuoi segnalare modifiche a questa escursione? Inviaci subito una segnalazione, sarà preziosa! Grazie

TIPS AND TRICKS

Come evitare di perdere il sentiero

 

Utilizza applicazioni come Terra Map per visualizzare il sentiero e verificare la tua posizione in tempo reale. Queste applicazioni funzionano anche in assenza di connessione telefonica.

Escursioni in compagnia

 

Volete partecipare ad escursioni guidate di gruppo? In Ossola sono attive associazioni di guide escursionistiche che tutte le settimane organizzano escursioni. Visita la pagina Facebook : clicca qui.

Due parole sull'attrezzatura...

 

Un buon abbigliamento ti consentirà di goderti la montagna in piena sicurezza! Non occorre spendere un capitale ma è importante però avere ciò che serve, iniziamo con le scarpe...

CATEGORIA ESCURSIONE

Dislivello

1000 / 1500 mt.

Sviluppo

8 /14 km.

Tempo

4 / 6 ore