Stampa

Ciaspolata Piana del Sangiatto

Postato in Ciaspole

La ciaspolata piana del Devero - piana del Sangiatto è in parte panoramica e in parte nel sottobosco ma sempre estremamente meravigliosa e mai pericolosa, inoltre risulta sempre ben segnalata ( secondo quanto mi è stato riferito da quelli del posto ). 

Partenza dai parcheggi dell’alpe Devero verso il rifugio Castiglioni che si trova in fondo alla piana. Arrivati li vi troverete la casa “La Rossa” sulla vostra destra (a quanto pare è sconsigliatissimo fare il sentiero estivo quindi io seguendo i consigli di quelli del posto ho preferito continuare da qui verso Crampiolo). Proseguite in salita verso Crampiolo seguendo le indicazioni del percorso Ciaspole (indicato in “rosa” sugli alberi) anche se dopo poco vi accorgerete che potete utilizzare anche la strada battuta sino a Crampiolo.

Poco prima di arrivare a Crampiolo, ma nello stesso momento che è a tiro della vostra vista dovete girare a destra e fate come per tornare indietro, così da vedere difronte a voi poche casette (una visita a Crampiolo vale sempre la pena farla e magari comperate un pezzo di formaggio prima di salire…il vino portatelo già con voi! ). Arrivati dalle poche case troverete un ponticello sulla vostra sinistra che è da attraversare e proseguite in direzione “Devero” - “Corte D’Ardui” (non ricordo bene se Corte è segnato ma voi è li che dovete andare in quanto in inverno è da fare questo sentiero per il Sangiatto e non quello estivo che parte da dentro Crampiolo).

Proseguendo vi troverete a “Corte D’Ardui” (ancora poche casette) e proprio alle spalle delle stesse, in pratica sulla vostra sinistra di marcia noterete una salita che in pratica mi è stato riferito che è sempre segnata sia da sciatori alpinisti che da ciaspolatori. Man mano che salirete arriverete ad incrociare una vecchia trattorabile dopo di un piccolissimo ponticello! (non vi potete sbagliare). Ancora un paio di curvoni nel bosco ma ben aperto e con vista…e… siete su…all’altezza del lago (ora ghiacciato ) sulla vostra destra… Difronte a voi avete il Sangiatto e proseguendo vi troverete ad una Malga dove in estate ci sono pastori… li consumate il vostro formaggio e il vino!!! 

A questo punto purtroppo è diventato brutto, e quindi invece di proseguire su questa meravigliosa piana in direzione “Corte Corbernas” – “Alpe della Valle” per poi scendere verso il Lago Devero (in estate è un giro di circa 6 ore) siamo ritornati indietro facendo lo stesso percorso, ma arrivati di nuovo a “Corte D’Ardui” abbiamo proseguito in direzione “Devero” senza ritornare verso “Corte D’Ardui” così vi troverete all’inizio della piana senza alcun pericolo!

 Ringraziamo Ettore per aver condiviso questa stupenda ciaspolata.

ATTENZIONE :

In molte zone è obbligatorio l'uso della pala, dell' arva e della sonda. Ed è comunque sempre consigliabile utilizzarle.

Contrariamente a quanto avviene per il trekking, con le ciasole non è possibile indicare tracciati precisi in quanto questi possono variare in funzione delle condizioni di innevamento e delle condizioni meteo. E' bene ricordare che sarebbe utile conoscere i principi del soccorso/autosoccorso in valanga ed i principi della nivologia per capire la metamorfosi del manto nevoso.

 

Consigli per gli acquisti...

pub    pub

Stampa Mappa

Il servizio Map Geo Admin è messo a disposizione gratuitamete dalla Confederazione Svizzera ed è un portale per geoinformazioni, geodati e geoservizi.

carta

video1

Map geo admin

Scopri come usarlo
clicca qui